27 febbraio 2018

Numeri da prima della classe per Fifty: superati i 150 milioni in meno di 15 mesi

Il 2017 si è concluso con il superamento della “soglia psicologica” dei 150 milioni di erogato da inception attraverso la piattaforma fintech Fifty. Un traguardo in linea con gli obiettivi che ci si era posti, già a ottobre 2016 quando è stato siglato il primo accordo di filiera con la Fonderie e Officine Meccaniche Tacconi SpA di Assisi verso alcuni importanti clienti del comparto Automotive. Accordo che già prevedeva, oltre all’acquisto in massa delle fatture commerciali anche un finanziamento su contratto con piano di rientro legato ai flussi di fatturazione: il tutto, gestito in digitale grazie alla piattaforma Fifty.

Dopo i primi tre mesi del 2017 il transato superava i 18 milioni, grazie all’ingresso in piattaforma dell’accordo siglato dal Supply Chain Fund di Groupama AM SGR con la CMD SpA verso FPT Industrial SpA, di Special Product Line SpA verso quattro importati clienti del settore farmaceutico e di Alpitel SpA in un accordo di reverse factoring con quattro fornitori di servizi di posa delle reti in fibra ottica.

Il progressivo avvio dei programmi ha portato a superare i 30 milioni di transato a metà 2017, portando Fifty tra le principali piattaforme fintech attive sul mercato italiano per controvalore processato. L’ingresso nel comparto Utilities attraverso gli accordi siglati dal Supply Chain Fund con Green Network SpA prima ed Eviva SpA poi ha dato un’ulteriore accelerazione: a fine settembre 2017 l’erogato da inception superava i 70 milioni, un valore pari al 230% dell’ammontare raggiunto solo tre mesi prima!

Conferma che il modello di business identificato trova riscontro nel mercato è arrivata dalle performance registrare anche nell’ultimo quarter del 2017, che ha portato Fifty a superare i 150 milioni di controvalore elaborato, derivante da oltre 3.000 fatture processate afferenti a rapporti commerciali in essere tra le oltre 70 imprese attive sulla piattaforma. Il tutto in meno di 15 mesi!

Con l’inizio del 2018 Fifty ha messo nel mirino il raddoppio dei volumi transati per il solo Supply Chain Fund di Groupama AM SGR entro l’anno, grazie sia alla prosecuzione degli accordi in essere sia all’allargamento dell’ecosistema che accede alla piattaforma come creditore cedente e/o debitore ceduto. Ma i traguardi che Fifty si propone di raggiungere sono ancora più ambiziosi: si prospetta, infatti, un’apertura verso altri investitori istituzionali, con cui sono già in corso trattative avanzate, che potranno utilizzare la piattaforma fintech Fifty per gestire in digitale le proprie operations tanto di backend quanto di frontend.